Collaboratori

Apprendisti

Stai pensando seriamente ad un apprendistato da falegname? Qui da parte trovi una pubblicazione e due giochini test che ti aiuteranno a valutare la tua predisposizione. Inoltre dal link qui sotto puoi accedere alla banca dati dei posti di tirocinio disponibili.
 
Presentazione
L'apprendistato di falegname dura 4 anni. Alla fine del 3 anno vi sono gli esami. Durante il 4. anno bisogna eseguire un lavoro individuale di produzione (LIP) che viene pure valutato con una nota.
I corsi interaziendali per apprendisti si svolgono a Gordola nella nuova ala "ARCA" del centro professionale con il seguente programma:
 
  • I anno: Corso base di dieci settimane
  • II anno: Corsi di perfezionamento di tre settimane
  • III anno: Corsi di perfezionamento di tre settimane
  • IV anno: Corso CAD di una settimana ed una giornata di preparazione al LIP
     
Il falegname, una professione speciale, per gente creativa, per amanti della tecnica che si divertono a trasformare i materiali più disparati in prodotti unici. Mobili, armadi, porte, pavimenti, soffitti, finestre sono fabbricati quali pezzi unici per essere inseriti negli ambienti più disparati. Molto spesso, nell’ambito di una ristrutturazione o di una nuova costruzione, al falegname è richiesta la pianificazione e la realizzazione di un intero spazio vitale. Queste richieste mettono in risalto le qualità legate alla visione tridimensionale e le capacità di modellare gli spazi. Qualità che il falegname ha potuto acquisire da differenti formazioni basate molto sul senso pratico.
 
 Il legno, materia prima rigenerabile, molto versatile, oltre che in forma massiccia è oggi utilizzata nelle sue forme di materiale derivato, ad esempio, quali pannelli, multistrati e truciolati. Questi materiali fondamentali sono assemblati dal falegname con plastica, vetro, metalli cromati, materiali acrilici, pietra o ceramica, così da creare prodotti che si caratterizzano per la loro solidità funzionalità, design dai prodotti di massa. Le superfici dei differenti materiali sono trattatati con colori, oli, lacche o cera. Il costante sviluppo di nuovi materiali offre ed offrirà ai falegnami anche in futuro innumerevoli nuove opportunità di utilizzo, permettendo l’evoluzione della creatività a livelli che oggi si possono solo immaginare.
 
Il lavoro manuale cede sempre più il posto al lavoro delle macchine, anche se frese, pialle, seghe trapani e lucidatrici saranno sempre all’ordine del giorno. Le molteplici macchine di una falegnameria ed il loro uso in sicurezza  richiedono un grande senso di responsabilità. L’accresciuta tecnologia esige dal falegname anche la capacità di utilizzare l’ordinatore e la tecnologia CAD-CNC. Molte macchine sono comandate da un computer programmato dal falegname. Queste nuove tecnologie permettono di realizzare prodotti che fino a poco fa erano ad esclusivo vantaggio delle grandi industrie.
 
La professione di falegname richiede elevate capacità, è aperta a uomini e donne interessati ai nuovi apprendimenti nei quali la natura e la tecnica si danno una mano.

Regolamenti

Calendario dei corsi
I corsi sono indicati con dei numeri e lettere (ad es, 201 A) dove:
  • Le prime due cifra rappresentanto l'identificativo corsi falegnami (20)
  • La terza cifra l'anno di tirocinio (1 = primo anno)
  • La lettera il corso (A= primo corso)
  • Le due colonne rappresentano i corsi dei due docenti incaricati dei corsi.


Disegni

Sostegno finanziario
Le ditte che formano apprendisti vengono sostenute finanziariamente nei seguenti modi:
 
FONDO FEDERALE PER LA FORMAZIONE NEL SETTORE DELLA FALEGNAMERIA
Dal 1. luglio 2005, tutte le ditte operanti nel settore della falegnameria ed affini, dovono, per decreto del Consiglio Federale, contribuire al finanziamento del Fondo formazione professionale dei falegnami (FFP-F). Attualmente gli importi da pagare ammontano a fr. 240.- per ditta + fr. 20.- per ogni occupato (titolare escluso). L'allegato documento risponde alle numerose domande sull'assoggettamento al fondo e sugli scopi dello stesso (vedi link sotto).
 
FONDO CANTONALE PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE
Dal 1° gennaio 2010 è in funzione il Fondo cantonale per la formazione professionale. Esso ha lo scopo di finanziare le spese della formazione professionale che non sono  coperte dalla Confederazione e dal Cantone, raccogliendo le necessarie risorse finanziarie presso tutte le aziende ticinesi private e pubbliche, anche presso quelle non impegnate nella formazione di apprendisti (vedi link sotto).
 
SOSTEGNO ALLA MATURITA PROFESSIONALE
Le ditte associate ASFMS che hanno apprendisti che seguono il corso di maturità professionale, possono recuperare  fr. 500.- per semestre presso la cassa di compensazione MAEK. Il link qui sotto (in tedesco) vi permette di accedere a questi benefici.


Fondo federale per la formazione nel settore della falegnameria »
Fondo formazione cantonale »
Sostegno alla maturità professionele »

Documenti per la formazione AFC
La nostra associazione centrale mette a disposizione dei formatori e degli apprendisti una serie di documenti che permettono di prepararsi per bene all'esame di fine tirocinio. 
 
Questo manuale guida le persone in formazione e i formatori professionali in modo affidabile attraverso i quattro anni di apprendistato. Il contenuto è basato sulla nuova ordinanza per falegname con attestato federale di capacità (AFC), in vigore dal 01.01.14 e serve come strumento di gestione, manuale di riferimento e aiuta nella formazione professionale di tutti i giorni. 
 
Sulla stessa pagina trovate anche i piani di formazione CFP e AFC e relative ordinanze, il modello IPERCA, disegni e compiti degli esami passati relativi alla formazione di falegname.